Finora ci avete visitato in 40426.

Instagram

Facebook

[Prima Div] INVOLLEY ancora imprecisa, ma fa ben sperare in alcuni frangenti di gioco!

01/12/2018

INVOLLEY #notabene Orotig 1 – Redskins Cavaion 3 (20-25, 16-25, 25-16,22-25)
Nel tentativo di rifarsi dalla sconfitta di venerdì scorso contro l’Intrepida, l’Involley Orotig incassa invece la terza sconfitta consecutiva. Complici la poca determinazione nella fase iniziale, e la poca lucidità in quella finale, le nostre non hanno saputo sopravanzare su un Cavaion più concreto e lucido nelle diverse fasi di gioco.

L’Orotig approccia abbastanza bene l’inizio gara, ma il Cavaion non resta lì a guardare, rimanendo sempre a ruota fino a metà set, quando tenta di allungare, riuscendoci. Le nostre compiono qualche errore di troppo, e le avversarie ne approfittano per aggiudicarsi il primo parziale.

Il secondo set parte male, le nostre sbagliano tanto e subiscono un pesante parziale di 1-8. Coach Lombardi prova a dare uno scossone, cambiando dapprima Bazzaro con Busca in cabina di regia e poco dopo Bonato per Brunelli in seconda linea. Il risultato si sblocca parzialmente, perché le arilicensi riescono a recuperare fino al 7-12, salvo poi attestarsi sull’ 8-16 con un ace delle avversarie. Lombardi chiama time out, inserisce Squarzoni per Baldo, e cambia i liberi. La situazione non cambia, il parziale arriva a 10-20 e Lombardi inserisce Bizzocoli per Hoxha. Le avversarie però allungano e guadagnano anche il secondo parziale.

Nell’intervallo Lombardi cerca di far ripartire l’Involley, e ci riesce: le nostre riescono ora ad essere più concrete nei vari comparti, arrivando al massimo distacco di 10-2 sulle avversarie, che però non demordono e si avvicinano fino al 10-6. Il Peschiera tenta l’allungo e si porta sul 16-9, quando il coach del Cavaion, Cerone, ferma il tempo. Le nostre però non si deconcentrano, ed al rientro in campo allungano fino al 21-12, quando Lombardi cambia Bazzaro per Busca prima, e Squarzoni per Baldo dopo. Il Cavaion tenta di recuperare, ma invano perché Tosoni in pipe, aiutata dal nastro, piazza il 24° punto, e Hoxha chiude il set con una piazzata in posto 1 avversario, rimasto sguarnito.

L’Involley sembra aver ritrovato fiducia, e parte bene anche nel quarto set. Sul 10-7 Cerone ferma il tempo, ma le nostre non sembrano cedere il passo, ed allungano fino al 14-10. Le avversarie però non mollano e raggiungono la parità sul 16-16, costringendo a sua volta Lombardi a chiamare il time-out. Al rientro in campo l’Involley sembra avere il guizzo giusto per conquistare il set, arrivando fino al 22-19, ma complice qualche errore ed ingenuità di troppo delle nostre, le avversarie pareggiano nuovamente il conto. Il Cavaion tenta l’assalto finale, innestando l’esperta Pozzer in battuta, che infatti riesce a mettere in difficoltà le nostre, che mancano di lucidità proprio nel momento più topico, e soccombono alle avversarie.

Partita in cui le nostre hanno mostrato ancora troppe fasi altalenanti ed errori facilmente evitabili. Peccato, perché avendo sfruttato maggiormente la concretezza di gioco dimostrata nel 3° set ed in parte nel 4°, l’incontro avrebbe avuto forse un esito diverso.
 
Prossimo appuntamento venerdì prossimo alle 21.15 in casa del Signorini Service di Dossobuono.

Le foto della settimana

I nostri sponsor

Classifica Serie D

Pos.SquadraPunti
1VOLLEY BELLADELLI29
2VOLLEY CREAZZO INGLESINA28
3VOLLEY POJANA SOSSANO26
4ALTAIR21
5ADUNA VOLLEY PADOVA 17
6ALUTECNOS EUGANEA16
7DINAMICA VOLLEY SOLESINO16
8VOLLEY SOTTORIVA14
9ANTHEA VOLLEY VICENZA13
10CONSULENZA ENERGETICA12
11FUTURVOLLEY AP D9
12VIVIGAS ARENA VTV VERONA6
13VOLLEY BUSSOLENGO3
14TVA - MT IMPIANTI BAGNOLO0

Link utili

Sito generato con sistema PowerSport