Finora ci avete visitato in 41589.

Instagram

Facebook

[Serie D] Il miglior regalo di Natale di sempre: 11 su 11, che impresa!

27/12/2018

Volley Creazzo Inglesina 2 - VOLLEY BELLADELLI 3 (25-21, 22-25, 25-23, 23-25, 13-15) Cipriani, Cordioli (20), Franchini (5), Gelio (L) Labbarki, Lonardi (5), Pesce (3), Saviatesta (10), Tindiani (13), Tomasi (4), Turrini (21)


Una partita molto equilibrata quella di Sabato 22 dicembre tra due formazioni che hanno dimostrato di meritare i vertici della classifica dignitosamente! Coach Zanoccoli sapeva che non sarebbe stata una partita semplice, soprattutto per il fatto di giocare fuori casa e contro una formazione ben strutturata, ma le sue ragazze gli hanno mostrato una faccia della medaglia che ancora non era stata rivelata. In situazione di estrema difficoltà, quasi ormai spacciate osservando il punteggio, sono sempre riemerse con la forza del gruppo, facendo perno le une sulle altre e non mollando mai!

Primo set.
Formazione: Lonardi (P), Franchini (O), Saviatesta (C), Turrini (C), Cordioli (S, K), Pesce (S), Gelio (L)

Creazzo fa gli onori di casa partendo subito forte con una fast che darà molto fastidio per tutta la durata della partita. Sotto 0-2 è Franchini che con due attacchi in parallela riporta l'equilibrio in campo, regalando un successivo mani out che consente alle sue compagne di squadra di cogliere il là per portarsi avanti, 6-4. Turrini parte all'attacco regalando una fast da manuale nei quattro metri, ma una serie di errori nostri fanno riavvicinare l'avversario, 7-8. Capitan Cordioli si fa sentire e sigla un mani out, ma la tenacia delle avversarie unita alla nostra, si può dire agitazione, le fa avanzare fino al 10-13 obbligando Zanoccoli al time out. La formazione avversaria continua a portarsi avanti ma Pesce grazie ad un attacco lungo in 6 ed una palletta tiene la squadra ancorata, ma tendo il distacco a tre lunghezze, 13-16. Ecco che anche Creazzo comincia a cedere alla tensione e grazie ad un attacco out del loro centrale, un fallo del palleggio e ad un ace di Turrini Volley Belladelli pareggia, time out loro. Al rientro in campo la situazione è su un filo di rasoio, un errore a testa ed un attacco in banda a testa ed è ancora parità. Saviatesta fa la voce grossa, e nonostante il suo fastidiosissimo mal di schiena, sfonda la difesa avversaria con un attacco fortissimo in zona 1. Due errori nostri ed un attacco di Pesce in parallela che sardina il muro portano il punteggio sul 20-20. Qui la situazione si fa critica, una serie di errori gratuiti regalano il set alle avversarie, meritevoli anche per una buonissima battuta che proprio sul finire del set ci ha messo in difficoltà. 21-25.

Secondo set.
Formazione: Lonardi (P), Tomasi (O), Saviatesta (C), Turrini (C), Cordioli (S, K), Tindiani (S), Gelio (L)

Il parziale è caratterizzato da un estremo e preciso equilibrio fino al 7-7. Fino ad ora la gara ha visto delle azioni di gioco molto positive contrapporsi ad errori di disattenzione soprattutto a muro ed in alzata, vuoi il cambio di pallone che non ha reso le cose meno difficili sicuramente. È l'ace di Tindiani sul 7 pari che permette alla nostra squadra di procedere indisturbata con due muri punto di Lonardi sul posto quattro ed un attacco di Turrini, uniti ad un errore in battuta avversario, 11-8 time loro. La scala continua, nonostante un riavvicinamento avversario che con il loro attacco da posto due è le loro fast ha messo in grande difficoltà la nostra linea di muro e difesa. Tomasi con un attacco da seconda linea senza muro, smarcata da Lonardi, un attacco in diagonale stretta da zona due di Cordioli unita ad un ace che tocca il nastro (in gergo tecnico "la rampegona" ed un muro felino di Tindiani che con una mano intercetta il pallonetto del opposto vicentino, costringono l'allenatore del Creazzo al chiamare il secondo time-out, 15-11. Seguono azioni molto lunghe e combattute che mettono a dura prova la pazienza di entrambe le formazioni. L'avversario si fa sentire ancora una volta con un pallonetto del centrale ed un attacco muro ad uno che il loro laterale da posto due sapientemente ha messo in saccoccia. Ma a Saviatesta non sta più bene e regala un muro punto sulla pipe avversaria, unita ad una due DI Turrini che fanno avanzare il Volley Belladelli fino al 18-14. Doppio cambio da entrambe le parti, entrano Franchini su Lonardi e Labbarki su Tomasi per alzare il muro e proseguire la striscia positiva. Una serie di errori sia nostri che del Creazzo uniti a qualche azione dubbia a favore dell'avversario riportano il punteggio quasi in parità, 20-19. Cordioli sfoggia la sua famosa "palla Fede" regalando il ventunesimo punto e nuovamente il doppio cambio. La fast avversaria fa ancora male e va a segno ben due volte di seguito, una pulita e l'altra con un mani out, ma un errore in battuta della formazione vicentina unito ad un sapiente muro di Saviatesta mantengono la differenza punti, messa in discussione da un attacco avversario di posto quattro con un muro aperto. 23-22 time out di Zanoccoli. Al rientro in campo Tindiani vuole fare la protagonista e portare a casa il set con un super attacco in mezzo al muro prima ed un attacco potente in parallela su alzata di Cordioli da posto 6, ed è parità. 25-22, 1-1, palla al centro.

Terzo set.
Formazione: Lonardi (P), Tomasi (O), Saviatesta (C), Turrini (C), Cordioli (S, K), Tindiani (S), Gelio (L)

Cordioli risveglia il suo orgoglio e la sua grinta divenendo il vessillo del Belladelli, regalando 5 bellissimi punti, come lei sa fare, sfruttando il loro dislivello a muro tra palleggiatore e centrale e la sua bravura nell'alternare diagonali strette perfette a pallette tra 3 e 6. Creazzo però non sta a guardare, il centrale avversario in fast fa un pallonetto lungo in cinque d'esperienza che blocca la nostra difesa e si prende gli applausi anche dalla nostra panchina, brava lei! Su imitazione, possiamo dire, della ormai brevettata "palla Fede" il capitano vicentino spiazza ancora una volta la nostra difesa ingessata, come i successivi due attacchi dell'opposto avversario, regalando alla sua squadra un successivo mani out ed una murata su Tomasi, 6-8. Tindiani con una parallela pulitissima ed un mani out e Turrini con un attacco nei tre metri in mezzo al campo tornano alla carica e riportano il risultato in equilibrio, 8-8. È un continuo sali e scendi ancora una volta, Creazzo risale di due e Turrini e Cordioli riportano la parità, 12-12. Nuovamente Cordioli, smarcata abilmente dalla nostra Lonardi, regala un attacco nei quattro metri in zona 6 che fa paura! Ed è qui che Belladelli sfrutta alcuni errori dell'avversario per far la sua avanzata, siglata anche da una e sulla riga di Lonardi, 16-13. Un pallonetto nascosto fino all'ultimo di Tomasi da posto quattro fa ben sperare ma una serie di regali gratuiti, d'altronde eravamo sotto Natale, riavvicinano il Creazzo che fa nuovamente affidamento alla loro fast e al loro opposto, ormai immancabili, 17-17. Saviatesta fa vedere come si fa una sette perfetta seguita successivamente da una sua battuta incisiva che fa venire di qua la ricezione avversaria, chiusa nel centimetro dalla nostra Turrini, tornata in prima linea. 19-17, time loro. Fatta forza sul proprio capitano e sul nostro muro scoordinato, Creazzo si fa avanti portandosi sul 20-22. Turrini si fa sentire e con un attacco in zona 1 ed un muro sulla loro pipe mantiene l'equilibrio, ma sono nuovamente la fast del centrale e l'opposto vicentino che tornano determinanti. 23-25, 1-2.

Quarto set.
Formazione: Lonardi (P), Tomasi (O), Saviatesta (C), Turrini (C), Cordioli (S, K), Tindiani (S), Gelio (L)

Quarto set, senza dilungarmi troppo, un po' fotocopia degli altri set per quanto riguarda i primi dieci punti, dominati da un estremo equilibrio, sempre caratterizzato da continui inseguimenti, per poi riprendersi, sorpassarsi, riacciufarsi, come se si stesse assistendo al gioco del gatto col topo o a guardia e ladri. Ma è a metà set che si osserva il peggio ed il meglio della nostra squadra. Creazzo sfrutta la nostra impazienza e la propria carica e adrenalina di avere il risultato a favore, ad un passo dalla vittoria che gli consentirebbe di sconfiggere l'ancora imbattuta, facendosi un bel regalo di Natale, ovvero il primo posto. Si porta avanti addirittura 15-19. L'orgoglio della nostra squadra si risveglia e prendendosi per mano come una cosa sola provano a compiere l'impresa, quasi ormai irrecuperabile. Turrini stupisce tutti e regala un attacco in 5 (insolito perché lei attacca solo in 1), copiata da Cordioli su una diffesona di Tindiani che copre perfettamente il buco lasciato aperto dal muro. È nuovamente Cordioli che suggella una difesa miracolosa di Gelio su attacco di prima del centro avversario su ricezione nostra sbagliata. 18-19, time out Creazzo. Rientro in campo, Tindiani si fa sentire dalla linea dei nove metri mettendo a segno uno splendido ace seguito da un muro di Turrini sull'attacco dell' avversario da posto quattro. Nuovamente Turrini servita da Lonardi regala un'emozione incredibile che si schianta sui tre metri in mezzo al campo, ed è subito 21-19, un parziale di ben 6-0. La formazione vicentina non cede l'osso e, dopo un cambio in posto quattro,  ritorna a segno con un primo tempo del centrale. Cordioli attacco forte sopra il muro, ma il laterale vicentino replica. Time out nostro, 22-21. Sempre il nostro amato capitano mette a segno una super diagonale stretta, ma la scala viene bloccata da un pallonetto del centrale avversario. La copia Saviatesta che torna a far male alla difesa avversaria, esaltando la propria squadra con un pallonetto appena dietro il muro. Sarà una doppia del loro palleggiatore a regalarci il set e a portare il match al quinto set.

Quinto set.
Formazione: Lonardi (P), Tomasi (O), Saviatesta (C), Turrini (C), Cordioli (S, K), Tindiani (S), Gelio (L)

Una vera e propria prova di nervi. Il quinto set si sa che è un terno al lotto, vince chi sbaglia meno e chi si fa meno prendere dall'ansia e dall'abitazione, cercando di recuperare al massimo le forze, portate allo stremo dopo una gara, che come avrete letto, è stata da cardiopalma. Quinto set ennesima prova di coraggio, di forza, di unione, di gruppo, abbiamo scritto una bellissima pagina, la ricorderemo tutti per l'impresa compiuta. Sotto 8-11, ormai le avversarie erano già quasi pronte a festeggiare in quanto è molto difficile in così pochi punti ribaltare il risultato. Saviatesta scaraventa una bomba in zona 5, 9-11. Ecco che entra Franchini, artefice della disfatta in ricezione avversaria, ace diretto sul loro libero, sbalordendo tutti perché fino ad ora aveva garantito una ricezione quasi perfetta, 10-11, arriva Turrini rientrata in prima linea, ed è subito 11 pari. Time out avversario. Senza timore Franchini regala un altro ace, seguito da un errore in pipe avversaria. Time out di nuovo avversario. Tindiani attacca in parallela ed è subito 14-11. Creazzo non ci sta, con un attacco ed un mani out del posto quattro si riavvicinano, ma è nuovamente Turrini che abilmente con un pallonetto dietro il muro porta a casa il quindicesimo punto. Ed è subito festa!

È record, 11 partite su 11, solamente quattro set persi fino ad ora! Potremmo dire LA FORZA DEL GRUPPO! Orgogliosi di voi perché non avete mai mollato in una partita ad armi pari che ha portato in luce il meglio di ognuno di noi! Onore anche all'avversario che ha dimostrato chiaramente di meritare tanto!

Le foto della settimana

I nostri sponsor

Classifica Serie D

Pos.SquadraPunti
1VOLLEY BELLADELLI37
2VOLLEY POJANA SOSSANO34
3VOLLEY CREAZZO INGLESINA30
4ALUTECNOS EUGANEA25
5ALTAIR23
6DINAMICA VOLLEY SOLESINO22
7ADUNA VOLLEY PADOVA 21
8VOLLEY SOTTORIVA20
9ANTHEA VOLLEY VICENZA16
10CONSULENZA ENERGETICA16
11FUTURVOLLEY AP D14
12VIVIGAS ARENA VTV VERONA12
13VOLLEY BUSSOLENGO3
14TVA - MT IMPIANTI BAGNOLO0

Link utili

Sito generato con sistema PowerSport